06 Aprile 2021  07:46

Franceschini, abolita la censura cinematografica

Valentina Torlaschi
Franceschini, abolita la censura cinematografica

Il ministro Dario Franceschini(@GettyImages)

Il Ministro della Cultura ha annunciato l'intervento che, ai sensi della Legge Cinema, introduce un nuovo sistema di classificazione dei film

«Abbiamo abolito la censura cinematografica e definitivamente superato quel sistema di controlli e interventi che consentiva ancora allo Stato di intervenire sulla libertà degli artisti», ha dichiarato così il Ministro della Cultura Dario Franceschini nel firmare il decreto che istituisce la Commissione per la classificazione delle opere cinematografiche presso la Direzione Generale Cinema del Ministero della Cultura con il compito di verificare la corretta classificazione delle opere cinematografiche da parte degli operatori. Un intervento ai sensi della Legge Cinema che introduce il sistema di classificazione e supera definitivamente la possibilità di censurare le opere cinematografiche: non è più previsto il divieto assoluto di uscita in sala né di uscita condizionata a tagli o modifiche. La Commissione è presieduta dal Presidente emerito del Consiglio di Stato, Alessandro Pajno, ed è composta da 49 componenti che sono stati scelti tra esperti di comprovata professionalità e competenza nel settore cinematografico e negli aspetti pedagogico-educativi connessi alla tutela dei minori o nella comunicazione sociale, nonché designati dalle associazioni dei genitori e dalle associazioni per la protezione degli animali.

Tra i film più celebri che, nel corso della Storia, sono stati colpiti dalle normative sulla censura, Ultimo Tango a Parigi di Bertolucci e Salò o le 110 giornate di Sodoma di Pasolini, e, ultimo nel 1998, Totò che visse due volte di Ciprì e Maresco.

Iscriviti alla nostra newsletter

EDITORIALISTI

  • 24 Marzo 2021
    BASTA FALSE PARTENZE
    Nel momento di andare in stampa, la situazione è ancora incerta e la preannunciata riapertura dei cinema è un lontano miraggio.
Paolo Sinopoli

ACCADDE OGGI

  • 15 Aprile 2018
    Addio a Vittorio Taviani
    E' morto a Roma, malato da tempo, il grande regista Vittorio Taviani, 88 anni, che con il fratello Paolo ha firmato capolavori della storia del cinema

Ricevi la Newsletter!

Cinema

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy